ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ' active_time = 1508522091, active_ip = '54.166.245.10', act' at line 2
---
REPLACE INTO it_active SET active_id = , active_time = 1508522091, active_ip = '54.166.245.10', active_user_agent = 'CCBot/2.0 (http://commoncrawl.org/faq/)', active_session = 't3q95esh70rj450n2l7d97ccv4'
---
ERROR: You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3
---
SELECT * FROM it_comments, it_users WHERE user_id = comment_author_id AND comment_topic = 93715 AND comment_type = 'articles' AND (comment_state = 1 OR comment_author_id = ) ORDER BY comment_date ASC
---
You have an error in your SQL syntax; check the manual that corresponds to your MySQL server version for the right syntax to use near ') ORDER BY comment_date ASC' at line 3 Eco sostenibilità delle pompe funebri?

Article Marketing

Articoli, recensioni e comunicati stampa

Eco sostenibilità delle pompe funebri?

Inviato da: amedeo | Visite totali: 0 | Numero di parole: 628 | Data: 12-11-2016 - 5:39 PM



I tabù sono duri a morire e quello legato all'argomento funerali e pompe funebri lo è ancora di più.
Tanto che già da un pezzo si parla di funerali ecologici o eco sostenibili, in molti paesi europei, ma in Italia l'argomento non riesce proprio a decollare. Vuoi che siamo un paese da questo punto di vista tanto scaramantico che viene difficile anche parlare in parlamento di certi argomenti. Mi immagino già l'onorevole di turno alle prese con una riforma che riguarda i defunti e i funerali, che inocomincia nervosamente a cercare qualcosa di metallo, per poi rifugiarsi nel solito posto, cioè in tasca. Ma a parte gli scherzi il problema è molto più serio di quanto si possa immaginare. D'altronde la società ormai verte ad un mondo più pulito e consapevole delle risorse ambientali, almeno sulla carta. Se pensiamo alla situazione dei cimiteri Italiani, in prevalenza obrobri in cemento armato, ci rendiamo conto che la situazione è tutto tranne che eco sostenibile. Ci accorgiamo anche che a causa di una legge sciagurata, che obbliga la costruzione di cappelle e loculi, i cimiteri sono diventati dei mostri anti ecologici, in mattoni e cemento armato. Oltre al danno anche la beffa, perché, oltre ad essere dei posti obiettivamente sinistri, i nostri cimiteri prevedono costi di manutenzione elevati, rispetto ad una sepoltura sul terreno si calcola quasi il triplo. Ma il problema non riguarda solo cimiteri, ma anche tutto il mondo delle imprese di pompe funebri (www.impresapompefunebritorino.it) ed il modo in cui continuiamo a seppellire i defunti. Le cerimonie funebri prevedono tutta una serie di preparativi e materiali che producono inquinamento, bare fatte di legno e per giunta laccate con sostanze chimiche che altro non fanno che inquinare. Dulcis in fundo le stesse bare verranno poi diseppellite dopo un tot di anni, e bruciate, si bruciate, alla faccia del rispetto per l'ambiente e tutte le balle varie. Foreste secolari abbattute per essere poi bruciate, scusate ma questa a mio parere assomiglia più ad una nevrosi collettiva in nome di chi sa quale bene comune, se non quello di procurarsi un funerale sontuoso per sperare in qualche indulgenza divina. Possibile che non si riesce a trovare una mediazione accettabile che metta tutti d’accordo e accantoni pregiudizi morali e religiosi? Comprendo che quando si parla di defunti il problema è spinoso, ma qualcuno dovrà pure incominciare a farlo. Se vogliamo salvare il salvabile e continuare a respirare e mangiare in modo sano bisogna cambiare marce e agire. Per il momento solo Torino, Roma e Venezia hanno in programma una rivalutazione degli spazi cimiteriali e altri provvedimenti che riguardano la stessa sepoltura e la possibilità di utilizzare bare in cartone. A proposito di bara di cartone, qualcuno potrà anche storcere il naso, per chi desidera la tumulazione o inumazione, ma certamente per chi opta per la cremazione, la bara di cartone rappresenta una vera svolta verde e una rivoluzione dal punto di vista ambientale. Obiettivamente abbattere alberi per realizzare bare di lusso in legno pregiato, con interni all’ultima moda ricchi di confort, risulta obiettivamente un grande spreco per l’ambiente.

Naturalmente la riprogettazione dei funerali coinvolgerà direttamente anche la stesse imprese di pompe funebri, con cui si potranno valutare diverse opzioni.

Ma senza crearsi troppe illusioni, sappiate che tutto verte attorno al dio denaro, e in Italia le imprese di pompe funebri muovono numeri di fatturato importanti, a cui difficilmente si saprà rinunciare.

Un fatto però è certo, i cimiteri delle città italiane sono sovraffollati e producono inquinamento, così come le stesse cerimonie funebri.

Note sull'autore

by Amedeo

Commenti

Nessun commento postato.

Scrivi un commento

Per poter commentare devi prima effettuare il login.
Copyright © 2017 article-marketing.eu - Tutti i diritti riservati - Powered by link UP Europe! P.IVA 09257531005
Associazione Culturale per l'uso didattico ed etico dell'informatica
Sede legale: Via Pietro Rovetti, 190 - 00177 - ROMA